Online la Relazione annuale al Governo e al Parlamento

Mercoledì 3 Luglio 2024

Online la Relazione annuale al Governo e al Parlamento

Nel documento, ISIN illustra le attività del 2023 e lo stato della sicurezza nucleare in Italia.

L’Ispettorato presenta il resoconto annuale sulle attività istituzionali svolte nel 2023, tra cui quelle ispettive, di vigilanza, istruttorie e autorizzative, il controllo della radioattività, il decommissioning, l’iter per l’individuazione del deposito nazionale e la tracciabilità dei rifiuti radioattivi (sistema STRIMS). Il documento contiene inoltre informazioni in merito al supporto tecnico-scientifico fornito alle Prefetture, nell’ambito delle commissioni istituite per la gestione delle situazioni di esposizione esistente, e al Dipartimento della Protezione Civile in materia di emergenze nucleari e radiologiche.

La Relazione 2023 dell’Ispettorato sullo stato della sicurezza nucleare in Italia è stata, come previsto dalla normativa vigente, trasmessa al Governo e al Parlamento ed è firmata dal direttore pro tempore Maurizio Pernice, che ha lasciato la guida dell’Ispettorato a fine aprile.

Il documento rappresenta un importante strumento per fare il punto sugli obiettivi raggiunti dall’ISIN e indicare gli orientamenti per le azioni future.

L’attuazione di controlli efficaci e di elevati livelli di sicurezza a tutela della popolazione, dei lavoratori e dell’ambiente dai rischi di radiazioni ionizzanti, costituisce la missione istituzionale dell’ISIN. Questo obiettivo generale è declinato in azioni volte ad implementare misure organizzative sempre più efficaci e soluzioni tecniche costantemente in linea con l’evoluzione delle conoscenze scientifiche a livello internazionale. L’Ispettorato è altresì impegnato a rafforzare le attività di vigilanza e controllo, a consolidare le capacità e le competenze scientifiche, a sviluppare rapporti e scambi di conoscenze ed esperienze internazionali, a programmare il ricambio generazionale negli organici ISIN in modo da non disperdere il bagaglio di esperienze finora maturate e prevenire soluzioni di continuità nelle funzioni e compiti attribuiti.

Consulta la Relazione ISIN e la sintesi in grafici e cifre.

 

Ultima modifica: Venerdì 5 Luglio 2024