Notizie

Mer 17 Lug, 2024

Rendere la piattaforma STRIMS più efficiente e inaugurare una nuova fase di confronto tra l’Ispettorato e gli stakeholder, istituzionali e non: con questo proposito si è aperto oggi il primo incontro tra ISIN e ANPEQ, AIRM, AIRP e AIFM, associazioni italiane che riuniscono professionisti impegnati nel campo della protezione contro le radiazioni ionizzanti e non ionizzanti. L’avvio del sito STRIMS è la risposta ad un’importante novità prevista dal D.Lgs. n. 101/2020: i soggetti che effettuano attività di intermediazione, commercio, detenzione e trasporto di materiali radioattivi e sorgenti di radiazioni ionizzanti, o gestiscono operazioni di raccolta, trattamento e stoccaggio rifiuti... Leggi tutto

Le ultime novità

Il direttore Francesco Campanella si è ufficialmente insediato alla guida dell’Ispettorato: “Affronto questa preziosa opportunità con emozione, consapevole del grande impegno e delle grandi responsabilità che mi attendono all’ISIN”.

L’Ispettorato è l’Autorità competente in ambito nucleare, e deve certamente garantire il suo carattere di indipendenza e terzietà, senza però abdicare alla responsabilitá di un confronto aperto, costruttivo e sinergico con tutte le componenti che operano, o sono comunque coinvolte a vario titolo, nei temi della sicurezza nucleare e della radioprotezione, ovvero le Istituzioni Centrali, le Amministrazioni locali, i professionisti, gli esercenti, le Associazioni scientifiche e, ove opportuno e necessario, le comunità locali”.

Il Direttore – il cui mandato è settennale - ritiene determinante chiarire che all’ISIN non spettano ruoli decisionali nel merito della strategia che il Paese vorrá intraprendere in relazione al tema del “nucleare”, e che il suo obiettivo dovrà piuttosto essere quello di garantire comunque, tanto ai lavoratori quanto alla popolazione, l’adozione ed il rispetto di un sistema di regole di sicurezza conforme a standard riconosciuti a livello internazionale, e bene dimensionato rispetto alle necessità che dovessero configurarsi, nonché agli scenari di rischio ad esse  associati.

Continua a leggere, qui.